Tel. +39 049 650484 - info@hoteledenpadova.it

Tartini 2020 - Padova 250th Anniversario

16 Dic

Tartini 2020 – Padova 250° Anniversario

L’ Hotel Eden si trova in via Cesare Battisti a due passi dalla Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria (Santa Patrona dell’Università di Padova) ,che conserva le spoglie mortali del noto violinista Giuseppe Tartini e della sua consorte.

Nel 2018 è uscito il volume di Sergio Durante dal titolo “Tartini, Padova, l’Europa” (Sillabe – casa editrice). Un libro rivolto tanto all’appassionato, quanto al musicologo che unisce divulgazione e ricerca, ponendo il piranese in un ruolo di figura chiave nella storia musicale dell’Occidente: non a caso Giuseppe Tartini fu acclamato in vita come “primo violino d’Europa” e “maggior compositore” dei suoi tempi. Un titolo che gli spetta ancora oggi.

La figura di Tartini è protagonista del progetto”Tartini 2020” , in occasione anche del suo 250° anniversario , che si caratterizza per l’azione protratta sul medio-lungo periodo e intende collegare fra loro ambiti differenti: ricerca, editoria, spettacolo, scuola, turismo.

Il progetto coinvolge quindi un alto numero di portatori di interesse che si propongono un obiettivo identitario : il Tartini come uno degli emblemi della vita culturale padovana in grado di porre la città all’attenzione locale, nazionale e internazionale

Il tema ‘Tartini’ va inoltre collegato al contesto dell’Illuminismo musicale, che stabilisce un rapporto con l’invenzione del pianoforte per opera di Bartolomeo Cristofori , nel 2020 a Padova si terrà per l’occasione il Congresso Internazionale “Tartini e la cultura musicale dell’Illuminismo”.

Per maggiori informazioni: https://tartini2020.it/progetto/

Sono già cominciate nel 2018 le visite guidate in città, nei luoghi che hanno caratterizzato la sua attività di musicista ma anche come uomo, e che verranno sicuramente riproposte.

Le visite prevedono anche l’ascolto di audizioni musicali affidate a giovani violinisti che presentano brani del gra

Tali iniziative si rivolgono non solo ai ricercatori , ma anche al grande pubblico di appassionati di musica e cultura.

Per informazioni suggeriamo di controllare la pagina di Facebook : https://www.facebook.com/tartini2020social/

Due curiosità ammantano la figura del violinista di una certa curiosità:

– Tartini giunse a Padova dal paese natale, l’Istria, nel 1710 per studiare giurisprudenza, ma ben presto si stancò della disciplina e si innamorò di una giovane a cui dava lezioni di violino, Elisabetta, che decise di sposare in segreto suscitando le ire dei genitori e nientemeno che dell’allora vescovo di Padova, Giorgio Cornaro, parente della sposa novella. La scappatella fu infine perdonata e Tartini divenne primo violino con il titolo di “capo-concerto”.

– si racconta, tra le leggende che hanno un sapore settecentesco , de “Il fantasma del violinista” nella Chiesa di Santa Caterina. Dopo che la moglie lo precedette nella tomba, le spoglie del violinista Tartini scomparvero dalla sepoltura e diversi abitanti della zona raccontarono di aver visto, nella notte, chi una figura femminile, danzare sulle note di una melodia, chi una figura maschile, intenta a suonare appassionatamente il violino. (Fonte: “Il giro di Padova in 501 luoghi “ Padova Oggi )

Partners e sostenitori

Leave a Reply